CORSI GRATUITI CON CREDITI ECM FEDERSERD

CORSI GRATUITI CON CREDITI ECM FEDERSERD

CORSI GRATUITI CON CREDITI ECM. Al via tre nuove FAD ad iscrizione gratuita con crediti ECM promosse da FEDERSERD.

CALENDARIO MAGGIO e GIUGNO 2023




  • ESPERIENZE DI PRIMO UTILIZZO DELLE NUOVE FORMULAZIONI DI FARMACI AGONISTI NELLA CLINICA DEL DISTURBO DA USO DI OPPIACEI. Mercoledì 17 Maggio 2023

Durante la pandemia da SARS-CoV-2 i SerD hanno dovuto gestire la criticità della situazione con strategie innovative rispetto alle loro prassi abituali, ripensando anche alcuni modelli operativi.
L’esigenza di tenere sotto controllo la possibile diffusione del virus tra i pazienti e tra gli operatori ha spinto ad esplorare modelli d’intervento più flessibili che, necessariamente, hanno comportato una minore frequenza d’accesso dei pazienti presso le sedi dei SerD e lo sviluppo di modalità di contatto da remoto con la cosiddetta Telemedicina.

Contemporaneamente l’annuncio e la progressiva disponibilità di nuove formulazioni per il trattamento del Disturbo da Uso di Oppiacei ha fornito un ulteriore apporto, dando ai SerD la possibilità di prendere in carico utenze nuove che mai o quasi mai si presentavano con richieste d’aiuto, proprio perché i modelli di trattamento prevalenti erano incompatibili con le loro esigenze di vita soprattutto dal punto di vista lavorativo.

Si sono così aperti nuovi scenari in cui l’esigenza di Cura e Recovery potevano essere affrontate proprio con modelli d’intervento meno “assistenziali e di controllo” e più orientati, negli obiettivi, al miglioramento della Qualità di Vita del paziente, avvalendosi di terapie in grado di migliorare la compliance, ridurre o annullare il misuso/diversione e ridurre – anche di molto – l’esigenza di presentazione al Servizio per il solo scopo di assumere la terapia.

Le esperienze di utilizzo di alcune nuove formulazioni sono il focus di questo Webinar; esperienze in cui si ricerca anche l’eventuale ruolo delle nuove formulazioni nell’influenzare positivamente il setting di cura, l’alleanza terapeutica e gli outcome del trattamento.

  • INTERVENTO PRECOCE E RIDUZIONE DEL DANNO IN ALCOLOGIA. Mercoledì 31 maggio 2023

Il fenomeno dell’abuso di alcolici è molto mutato rispetto agli iniziali anni d’attività dei servizi SerD e Alcologici. Siamo partiti da uno stile d’abuso prevalente orientato alla cosiddetta “cultura bagnata”, al consumo di vino o birra e maggiormente rappresentato in persone senz’altro maggiorenni, frequentemente adulte se non addirittura anziane.
Nel volgere di due decenni la situazione ha mostrando un cambio della cultura del bere verso la cosiddetta “cultura asciutta”, di modello nord europeo, con forte coinvolgimento delle fasce di popolazione più giovani fino ai minorenni, con una preferenza per i superalcolici e un accesso all’alcol come strumento per raggiungere lo “sballo”.
Nella traiettoria di questo cambiamento, e nel più vasto terreno del poliabuso, è comparsa e si è diffusa l’assunzione dell’alcol associato con altre sostanze e/o farmaci psicoattivi.
Il quadro sociale attualmente presente mostra un grave e sempre più dilagante accesso all’uso smodato di alcol, soprattutto con modalità Binge Drinking, da parte di minorenni e giovanissimi, l’associazione con altre sostanze è spesso presente e contestualizza un rischio elevato per la salute e la vita delle persone, come diversi fatti di cronaca, anche recentissimi, hanno testimoniato.
Una situazione di questo tipo interroga e coinvolge i Servizi e i Professionisti su modalità d’approccio più adeguate all’aggancio di soggetti giovani e meno giovani in condizioni di motivazione incerta ma sicuramente con la necessità di approcci precoci finalizzati a ridurre i danni del consumo alcolico, ridurre il rischio di acquisire gravi patologie correlate, migliorare le condizioni di vita e ridurre la cronicizzazione della patologia, ponendo il soggetto in contatto con il Sistema dei Servizi.
Il seminario è rivolto ad esplorare, pensando ai giovani e agli adulti, il significato e le esperienze sia dell’intervento precoce sia di riduzione del danno, valorizzando le reti territoriali e il ruolo del farmaco.
Le esperienze di utilizzo di alcune nuove formulazioni sono il focus di questo Webinar; esperienze in cui si ricerca anche l’eventuale ruolo delle nuove formulazioni nell’influenzare positivamente il setting di cura, l’alleanza terapeutica e gli outcome del trattamento.



  • POINT OF CARE HCV NEI CONSUMATORI DI SOSTANZE: A CHE PUNTO SIAMO NELLE REGIONI. Mercoledì 7 Giugno 2023

La letteratura di riferimento ha ampiamente evidenziato come l’obiettivo dell’eradicazione della malattia da HCV passi attraverso lo screening e il trattamento facilitato delle popolazioni maggiormente vulnerabili come i consumatori di sostanze.
L’accesso alle cure per i consumatori di sostanze è spesso difficile per diversi fattori, soprattutto di tipo organizzativo. La letteratura scientifica internazionale e nazionale ha ampiamente evidenziato come il concetto di Point of Care, cioè di effettuare screening e trattamento della patologia laddove le popolazioni accedono ai servizi per altre necessità, sia l’elemento essenziale che può permettere il raggiungimento dell’obiettivo OMS che è quello nel 2030 di ridurre del 90% le nuovi infezioni e del 65% le morti dovute alla malattia. Ancora vi è molto da fare per l’eliminazione di HCV nel mondo. Secondo i dati dell’OMS al 2019 erano 58 milioni i soggetti con epatite C cronica e di questi 400 mila morivano ogni anno. Sempre secondo i dati dell’OMS nel 2019 solo il 21% dei 58 milioni di pazienti con HCV erano stati diagnosticati e di questi solo il 13% trattati.
Il Decreto Ministeriale del 14/5/2021 ha dato avvio, erogando un finanziamento specifico, all’esecuzione dello screening nazionale per l’eliminazione del virus dell’HCV per la corte dei nati fra il 69-89 e per le persone detenute e che consumano sostanze. Allo stato attuale la raccolta dei dati regionale è ancora imperfetta e incompleta e vi sono forti disomogeneità di attuazione dei programmi di screening nelle diverse Regioni.
L’obiettivo del webinar è quello di presentare le esperienze regionali in un confronto sullo stato dell’arte dell’attività sulle popolazioni speciali nelle diverse Regioni italiane al fine di mettere in evidenza le best practice e le strategie più efficaci.

>> VAI ALLA PAGINA PER L’ISCRIZIONE GRATUITA >>

CORSI GRATUITI CON CREDITI ECM PROMOSSI DA FEDERSERD



ALTRI CORSI ECM GRATUITI